Risotto alla pescatora express al pepe lungo, però.

Share via email

Mi sono resa conto che praticamente non facevo il risotto alla pescatora da una vita. Il mio è un blocco psicologico, perchè alla fine a farlo come si comanda, tra fumetto e altro ci vuole un bel po’ di tempo. E io il tempo non ce l’ho.

Allora ho escogitato questa tecnica veloce, il risultato è lo stesso della tecnica tradizionale. Provare per credere. Il fumetto che serve a rafforzare il profumo di mare, io l’ho sostituito con l’acqua di cozze, prendendo ispirazione da riso patate e cozze. Seguitemi.

risotto gamberi polppetti cozze

 

Ecco cosa vi occorre (2-3 persone):

  • 200 gr di polpetti
  • 150 gr di gamberetti puliti
  • 1 ciotola di cozze
  • 2 tazze di riso carnaroli
  • olio extravergine di oliva
  • vino bianco secco
  • aglio

Prendete l’aglio lasciatelo nella sua camicia e schiacciatelo, fatelo rosolare con un po’ di olio. Unite i polpetti e fateli dorare, togliete l’aglio (sennò non lo trovate più) e poi aggiungete i gamberetti  e appena saranno scottati il riso iniziando la tostatura.

Durante queste due ultime operazioni aprite le cozze con un coltellino avendo cira di raccogliere tutta la loro acqua in una ciotolina. E via via aggiungetele nel tegame. (Questo significa che le cozze nn le dovete nemmeno pulire, perchè tanto vi serve solo il mollusco)

Quando riso, cozze, gamberetti e polipetti saranno tutti nel tegame, sfumate con vino bianco.

Aggiungete via via mestoli di acqua calda unita a piccole quantità di acqua delle cozze. Oppure mettete l’acqua delle cozze in un unica soluzione a metà cottura, insieme a dell’acqua calda.

Portate a cottura il riso, circa 20 minuti, e fuori dalla fiamma mantecate con dell’olio evo. Spolverizzate con del pepe, io ho usato il pepe lungo e ve lo consiglio caldamente, ha un profumo e un aroma decisamente delicati che su questo risotto stanno meravigliosamente. Se gradito guarnite con del prezzemolo.

 

 

 

 

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.