Cesare al Casaletto e I Cento Roma 2014


i cento roma, 2014, Foodconfdential, Nerina Di Nunzio, Metto subito le mani avanti e vi dico che non so se riuscirò a fare un post oggettivo. Il fatto è che mi hanno colpito sui sentimenti, hanno tirato fuori l’artiglieria pesante, sono andati a pungolarmi là dove non ho difesa alcuna, anzi.

Il tutto si è consumato da “Cesare al Casaletto” il 5 novembre nell’evento organizzato da FoodConfidential per la presentazione della guida “I cento Roma 2014”.

L’invito parlava di un aperitivo, questa trattoria che risultava essere la prima della guida “i cento Roma”, L’occasione era proprio quella di presentare l’uscita in libreria della guida stessa.


L’aperitivo era da lacrima nostalgica, fiori fritti di zucchina esperssi, pizza e mortadella, pizza rossa, pizza fritta, coratella, trippa, polpette di bollito pesto e parmigiano,il tutto accompagnato dal Trento DOC di Cesarini Sforza. Insomma, la cucina di nonna mia, quella romana, quella vera.

Ho cercato di mantenere un contegno, ma già alla vista della cornucopia di fiori fritti avevo vacillato, al secondo vassoio di pizza calda e mortadella, le mie papille avevano preso il controllo su tutto il resto del corpo, e decidevano loro il da farsi. Ho cercato, lo ammetto, anche di individuare  chi era “Cesare”, tra i numerosi astanti, per giurargli, amore eterno perlomeno per tutta la serata.

icento roma

Torniamo in noi, e al motivo che mi ha portato in quel luogo di perdizione, la presentazione  de “I cento Roma 2014”

Questa guida, lo dice il nome, presenta una selezione di 100 ristoranti romani, divisi in 45 ristoranti TOP, 45 POP e 10 etnici. La cosa che sono onesta mi è veramente piaciuta, perché io tornata a casa la guida l’ho letta, è che non si soffermano assolutamente sulla descrizione di una piatto o nel dare giudizi tecnici o altro, ma nelle schede l’intento è quello di trasmettere la filosofia del luogo. E vi devo dire, almeno per i ristoranti che conosco ci sono riusciti o per dirla in altri termino quello che è stato scritto collima con la mia impressione.

La classifica nella guida viene fatta solo per i 45 top ed è questa:

  1. La Pergola (Rome Cavalieri, Waldorf Astoria)
  2. La Trota dal 1963 
  3. Colline Ciociare
  4. Il pagliaccio
  5. Metamorfosi 
  6. Pipero al Rex
  7. Acquolina Hostaria in Roma
  8. Glass Hostaria
  9. All’Oro
  10. Imago 
  11. Oliver Glowin (Hotel Aldovrandi)
  12. Antonello Colonna
  13. Il Convivio Troiani
  14. Pascucci al Porticciolo
  15. Roscioli
  16. Il San Lorenzo
  17. Agata e Romeo
  18. Marzapane
  19. Enoteca La torre
  20. Il Granchio
  21. Inopia
  22. L’Arcangelo
  23. Giuda Ballerino!
  24. Ristorante Italia (Eataly)
  25. Romeo
  26. Ristorante Aroma
  27. Antonello Colonna Vallefredda Resort
  28. Le Jardin de Russie
  29. Magnolia al Jumeirah
  30. Ristorante Settembrini
  31. Massimo Riccioli Ristorante & Bistrot
  32. Osteria Fernanda
  33. Ristorante Al Ceppo
  34. Cuoco e camicia
  35. La Rosetta
  36. Ristorante Le Sorelle
  37. Trattoria Monti
  38. Sora Lella
  39. Antico Arco
  40. Atlas Coelestis
  41. Le Tre Zucche
  42. Coromandel
  43. Le Coq
  44. Ristorante Paris in Trastevere
  45. Mamma Angelina

La Pergola al primo posto c’era da aspettarselo, io ancora non ci sono andata, anzi mi piacerebbe tanto festeggiare lì il mio 40-esimo compleanno. (Chi deve capire, capisca)

Per il resto i 45 sono nomi noti, io personalissimo parere e per dirne una, avrei invertito “le Coq” con “Giuda Ballerino!”. Sono andata più volte in entrambi e onestamente, Le Coq, mi ha sempre convinto di più.

icentoroma1-4775.jpg

Per le trattorie, invece,  a parte l’enunciazione del vincitore, Cesare al Casaletto appunto, l’ordine di presentazione è nella guida, squisitamente alfabetico. Io avrei fatto la classifica anche qua, perché questa cosa della competizione mi piace, comunque questi i nomi recensiti:

  • 00100 Pizza 
  • Acchiappafantasmi
  • Armando al Pantheon 
  • Beppe e i suoi Formaggi 
  • Bir & Fud 
  • Cul de Sac 
  • Da Enzo al 29
  • Dal Cavalier Gino
  • Eataly – Ristorantini
  • Felice al Testaccio 
  • Flavio al Velavevodetto 
  • Il Quagliaro 
  • L’Asino d’Oro 
  • L’Osteria di Monteverde 
  • La Dispensa 
  • La Fucina 
  • La Gatta Mangiona
  • Lo Sgobbone 
  • LO’Steria 
  • Mazzo 
  • Open Baladin 
  • Osteria del Velodromo Vecchio 
  • Osteria dell’Angelo 
  • Osteria Pistoia 
  • Palatium – Enoteca Regionale 
  • Panificio Bonci 
  • Peppe a Tor Cervara 
  • Pizzarium 
  • Porto Fluviale 
  • Primo al Pigneto 
  • Remigio 
  • Rosti al Pigneto 
  • Sforno 
  • Sora Margherita 
  • Splendor Parthenopes 
  • Tonda 
  • Tram Tram 
  • Tramezzo 
  • Trattoria Da Cesare 
  • Trattoria Da Danilo 
  • Trattoria degli Amici 
  • Trattoria del Pesce 
  • Trattoria Dell’Omo 
  • Trimani Il Wine Bar 
  • Velavevodetto ai Quiriti

Felice e Primo al Pigneto sono, chi mi conosce lo sa due mie passioni. Altri sono nomi noti, altri come Cesare una scoperta.

La guida la trovate ovviamente il libreria e il suo costo è di 9.90 euro.

Buona lettura.

Cesare al Casaletto e I Cento Roma 2014ultima modifica: 2013-11-09T09:12:00+00:00da amarituda
Reposta per primo quest’articolo

Leave a Reply

*