Io, la foodblogger e l’ingegnera, tutte insieme appassionatamente: #surfacedinner

Quando Laura, di #Food140 mi ha proposto di andare insieme alla #surfacedinner organizzata da Gambero Rosso e Microsoft Italia le ho detto subito di si, o meglio le abbiamo detto subito di si: sia la me foodblogger che la me ingegnera. Ammettiamolo, era la mia serata.

surfacedinnerpc-3992.jpg

L’occasione era la presentazione del SurfacePro al Gambero Rosso, che altro non è che un PC con le sembianze di un tablet, che è stato lanciato a fine mese scorso. Una assoluta novità che mi ha permesso all’indomani di “scoattarmela” con i colleghi, tutti ingegneri, al grido di: io ho visto cose che voi umani non potete nemmeno immaginare…

Sono stata la regina del caffè, tutti pendevano dalle mie labbra, sono soddisfazioni. Momenti miei di gloria a parte, l’oggettino, SurfacePro al secolo, è decisamente meritevole delle aspettative che si hanno nei suoi confronti.

Il fatto che è un PC, non deve passare inosservato, la sfida infatti è quella di avere un unico sistema operativo, Windows 8, che presenta una unica user interface sia per il mondo mobile che per il mondo PC. E secondo me la strada è quella giusta, l’esperienza è touch, ma in dotazione c’è anche una tastiera e il pennino per le applicazioni stile “tavoletta grafica”.

surfacepro, fuxia, fucsia,

A proposito di tastiera, c’è un antefatto. Voi dovete sapere che io sono una di quelle che va in giro con il telefono con la meluccia, quella morsicata per capirci. E non credo di essere io a farvi questa rivelazione, ma il mondo dei fan della tecnologia, si divide in due fazioni, ormai da un bel po’.   Ecco il mio entusiasmo al caffè l’indomani, è stato talmente tanto che un fan Microsof mi ha omaggiato di questa immagine. Perchè lo dovete sapere, di cover/tastiera ce ne sono di diversi colori, ma sopratutto ce n’è una fucsia. Ma non un fucsia qualsiasi, fucsia come i miei occhiali. Non so voi, ma io a questo punto sono convinta che sia destino: lo voglio 😉

 

E fino a qua l’ingegnera (e pure la fanatica) ha avuto la sua parte, ma la serata non era ancora finita. Subito dopo è stato il turno della foodblogger: guest star della serata Giorgione, lo chef del Gambero Rosso dalle ricette laide e corrotte. Un omone rustico rustico, pari pari a come lo vedete in TV. Adoro. 

surfacedinnerio2-4045.jpg

A coppie di due abbiamo cucinato con lui i capunti favetta e guanciale e l’anatra all’arancia. Inutile stare qui a sottolineare che oltre a cucinare ci siamo divertiti come pazzi. C’era di tutto in aula, dal nerd al fashion blogger, passando per me. Bella serata, di quelle che torni a casa contenta.

Dite che mi sto scordando qualcosa? Ah si le ricette, Stay tuned. 😉

 

Io, la foodblogger e l’ingegnera, tutte insieme appassionatamente: #surfacedinnerultima modifica: 2013-06-17T21:30:00+02:00da amarituda
Reposta per primo quest’articolo

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.