La serata mamma single: io e Laura alla Vie en Rose di Giulia

Sabato scorso, Giulia Murdocca (Food fod Passion) aveva organizzato una serata food, che aveva tutta l’aria di essere una piacevole occasione di incontro.

Giulia, è una ragazza bella tutta, bella perché la mamma sua e mamma natura non hanno badato a spese, ma sopratutto gentile e carina e dolce, e onestamente di questi tempi è cosa rara. Va da se che c’avevo proprio voglia di andare e godermi la serata da lei organizzata. L’invito era per due e io l’ho esteso a Laura, una delle blogger che ho conosciuto da Obikà e che m’aveva fatto tanto simpatia. Insomma, l’idea che mi ero prefigurata era quella di una serata tutta per me e magari declinata pure al femminile.

Comunicato stampa La Vie En Rose.jpeg

E la serata ce l’aveva tutto il tocco femminile di Giulia. E poi metteteci che era la classica serata calda di ottobre romana, bella limpida e a un tiro di scoppio da Castel Sant’Angelo. Peek a Book si chiama il posto, è un po’ enoteca, un po’ libreria, insomma, un po’ rifugio per fare quello che più ti va.

A proposito, qualora decidiate di andarci, non vi fidate di Google maps che vi manda troppo avanti. La Via è Arco dei Banchi 3A, ma appena imboccata Via Banco di Santo Spirito, col Tevere alle spalle dovete andare subito a destra là dove vedete un archetto. E poi non mi dite che non vi do pure informazioni utili.

Delle varie proposte gastronomiche vi segnalo il brodo di patate con passatelli di castagne dello chef Dolciotti del ristorante Inopia. ‘Sto Dolciotti già mi aveva conquistato col millefoglie di baccalà e mi sa che è proprio necessario che lo vado a trovare.

Conferma poi sono stati i macaron di www.macaron.it, che sono i fornitori ufficiali dei macaron all’ambasciata di Francia in Italia, insomma, se li approvano loro, come dire. AMEN.

Giulia Murdoca

E poi la torta alla cioccolato “Molleux au Chocolat” che io mica lo sapevo che era una creazione di Giulia, e lo perfino bissata, o forse anche di più, ma non mi sembra ora il caso di tenere il conto. 

E poi un classico la torta di Mele di De Bellis, dell’omonima pasticceria, che già conoscevo. Una conferma.

giulia torta mele

Insomma una bella serata con chiacchiera e annessi e connessi, bella da sentirsi completamente a proprio agio tanto da dedicarsi alle confidenze tra donne.

E c’è scappata fuori pure qualche riflessione sul fatto di essere mamme, ma anche donne, ma anche tutto il resto. Poi è successo che qualche giorno dopo vedo sul blog di Laura la lista delle piccole cose che lei vorrebbe fare, cose che nulla tolgono al fatto di essere mamma, ma che inutile girarci intorno ci mancano, e non per questo bisogna sentirci in colpa.

Anzi la questione è, facciamole e diciamole orsù, che si sta tutti meglio, mamme figli e pure mariti, se presenti.

Perché la storia che alla mamma non pesa nulla, e che è contenta nel mettersi alla fine delle sue priorità care mie, diciamocela fuori dai denti, non ci convince più di tanto.

E quindi mi sono detta, la lista me la faccio pure io, giusto per focalizzare.

1. Vorrei riuscire a mangiare una bistecca appena cotta, calda e succulenta. Senza la necessità di dovermi rendere utile nel momento esatto in cui la impiatto e vederla tristemente freddarsi lontano me. 

2. Vorrei cucinare tranquilla, prendendomi il mio tempo, con tutte le tecniche carine che ho imparato, senza il sospetto, puntualmente accertato, che qualcuno sta cercando di suicidarsi in cameretta con qualche gioco nuovo.

3. Vorrei andare alle terme, di Saturnia, da sola, ma sola sola. E pensare solo a massaggi e pranzi.

4. Ma sopratutto, vorrei depilarmi per i fatti miei, senza dare delucidazioni di sorta

Ecco, non voglio mica la luna, ce la posso fare. Lo sento.

La serata mamma single: io e Laura alla Vie en Rose di Giuliaultima modifica: 2013-11-01T10:04:00+01:00da amarituda
Reposta per primo quest’articolo

Leave a Reply