Voglia d’Abruzzo e appello a Marco Ricci #WestinAbruzzo

1461432_10201711989474900_1901699226_n.jpgQuesto post lo sto scrivendo per rimediare un piatto di spaghetti con le pallottine.

Quelle della foto che vedete a di lato, gentilmente offerta da Rossa di Sera.

Ti sei ridotta male direte voi, seguitemi e capirete vi dico io.

La questione è che lo scorso 5 novembre sono stata invitata a due eventi contemporaneamente, uno alle 18:30 di cui vi ho parlato qua, e un’altro alle 19:30 al Doney a via Veneto sempre a Roma, a tema cucina e prodotti abruzzesi. Una bella lotta.

Una persona sana di mente avrebbe scelto uno dei due inviti, magari optando per il primo in ordine di arrivo.

Io no. Io mi sono detta, ogni lasciata è persa, vado a tutti e due.

CE LA POSSO FARE.

La questione è che io non sono la Shumacher della situazione, per niente proprio, ho delle evidenti difficoltà nell’utilizzo del mezzo sia in moto che all’atto del parcheggio. Quindi, nonostante avessi pianificato percorsi e possibili parcheggi incrociando le mappe di App di navigazione varie alla ricerca della soluzione ottima, sono arrivata quando ormai degli spaghetti con le pallottine preparate con le manine sante da Marco Ricci, l’amico mio quello fashion blogger, erano rimaste solo le ciotoline sporche.

Il rischio c’era e io me ne sarei pure fatta una ragione, se non fosse stato per il fatto che era tutto un ricorrersi di voci, ma quanto erano buoni di qua, ma quanto erano buoni di là. E siccome noi blogger de visu più che sui post la diciamo come la pensiamo, m’è venuto il leggerissimo sospetto che era vero e o rosicato. E ho cominciato a fare la lagna con Marco, in modo che me le ricucini. Questo post serve da rinforzo. Aiutatemi.

verrigni-4809.jpg

Per il resto la serata organizzata dall’ottimo Carlo Vischi me la sono goduta tutta, ho avuto modo di assaggiare la pasta Verrigni la stessa usata da Marco in una cacio e pepe, ottima e fatta a mestiere. il tutto accompagnato dai vini dell’azienda Marchese Luca Dazio.

Quindi caro Marco, famo così:

La pasta sappiamo che ha da essere quella trafilata in oro di Verrigni.

L’olio deve essere quello dell’azienda Ursini

Il vino il Montepulciano d’Abruzzo del Marchese Luca Dazio.

Occhio e croce, manca solo di fissare giorno e ora e c’abbiamo tutto. 

Per voi invece potete trovare le stesse cose al Doney a Roma.

Voglia d’Abruzzo e appello a Marco Ricci #WestinAbruzzoultima modifica: 2013-11-10T11:57:00+01:00da amarituda
Reposta per primo quest’articolo

Leave a Reply