Spaghettoni aglio e olio rinforzati al mosciame di tonno

Mai e poi mai, avrei pensato di provare così tanto entusiasmo per una cosa chiamata “mosciame”.

aglio e oglio, mosciame di tonno

Diciamocelo, onestamente, si poteva fare meglio a proposito del nome.

Sta di fatto, però, che si tratta di un prodotto spettacolare, versatile e che ti trasforma in una vivanda della festa pure la banale “aio e oio” che già di suo, ammettiamolo, ha il suo perchè.

Alla solita, la scelta degli ingredienti non è stata casuale, ecco cosa vi occorre per 2 persone:

– 200gr  spaghettoni di benedetto cavalieri

– 1 cucchiaio abbondate di mosciame di tonno tagliato a cubetti piccolissimi (come da foto)

– aglio (io ho usato quello di Sulmona)

– peperoncino, meglio se fresco

– olio evo, io sto nel periodo umbro, voi potete fare ovviamente come vi pare.

Prendete l’aglio, poggiatelo con tutta la camicia su di un piano e visualizzate una persona che proprio non sopportate (io ne ho una infallibile, che mi garantisce un risultato perfetto). L’avete visualizzata? Perfetto. A questo punto mollate un pugno all’aglio con tutti i sentimenti che avete in corpo.

Oltre ad essere tanto liberatorio, questo gesto vi permette di ottenere il perfetto aglio “contuso” che è la conditio sine qua non per la buona riuscita della aglio e olio.

Ora che vi siete rilassati, spezzettate anche il peperoncino.

Mettete a cuocere la pasta, in acqua bollente e salata.

Verso il termine della cottura della pasta mettete un po’ di olio in una padella, con l’aglio e il peperoncino e fate scaldare. Togliete l’aglio contuso.

Scolate la pasta con un ragno, e gettatela nella padella e giratela velocemente sul fuoco. Se la vostra pasta è di qualità come quella usata da me, formerà una cremina meravigliosa. Togliete dal fuoco, aggiungete il mosciame di tonno, girate e servite.

 

 

Spaghettoni aglio e olio rinforzati al mosciame di tonnoultima modifica: 2012-04-01T15:10:00+02:00da amarituda
Reposta per primo quest’articolo

7 Responses

  1. at |

    Hai ragione, potevano scegliere un nome più “appetibile” eh eh eh

    Spero che mi capiti tra le mani prima o poi perchè nelle tue ultime ricette sembra promettere benissimo a dispetto del nome un tantino buffo…

    🙂

  2. at |

    Spero che non mangiate solo la quantità che vedo nella foto!?!?

  3. at |

    Uno dei miei piatti preferito, la semplicità è vincente e non solo a tavola…

  4. at |

    @ The Master of Cook: esatto, io del nome l’ho saputo dopo averlo provato…altrimenti probabilmente mi sarei fatta fuorviare e sarei rimasta nell’ignoranza 🙂

  5. at |

    @federica: m’hai conosciuto, ti puoi rispondere da sola 😉

  6. at |

    @federica: m’hai conosciuto, ti puoi rispondere da sola 😉

  7. at |

    @Cristian: esatto 🙂 grazie di nuovo!

Leave a Reply