11 Responses

  1. at |

    signora mia!!!! ma lei è così introdotta nella “cucina bene” eheheh….
    meraviglia di serata!! ma come mai io le serate le passo a stirare invce di fare queste cose qui? vabbè, perchè nessuno mi invita dirai tu… ah.
    ad ogni modo credo di aver letto 10 volte il grasso di granchio… il grasso di granchio?!?!??!?!
    incredibile……

  2. at |

    Wow ma che serata incantevole!
    No, quando ho letto della porchetta tra i cavalli di battaglia dei filippini ho pensato proprio ci fosse un gemellaggio:D .. interessante la cottura con bottiglia! ma poi con le alte temperature del forno nn c’è il rischio di rottura? argh! c’è sempre qualcosa da imparare e… meno male aggiungo! grazie per averci regalato questo reportage! un abbraccio cara mia:*

  3. at |

    quel sushi fatto con la carne di maiale e la foglia di radicchio invece dell’alga mi sembra geniale!
    il pollo “seduto” sulla bottiglia e portato a tavola mi ha fatto un po’ strabuzzare gli occhi … poi aspetto la tua ricetta in merito!!

  4. at |

    Bellissima recensione, molto interessante. La cucina “orientale” mi piace moltissimo…

    Quel pesto di granchio poi.. 🙂

  5. at |

    @signorina pici e castagne: Si è stata una serata FIGHISSIMA, io come te, per il grasso di granchio, ma siccome la chef l’ha ripetuto 10 volte, io l’ho riportato fedelmente 🙂

  6. at |

    @simona: credo di no…alla fine lo scuoci a massimo 200°C ed è protetta dal pollo che sta “fuori”. Comunque la tizia magrissima, fighissima, fashionissima e informatissima l’aveva fatto. Io ce l’ho nella TODOLIST, te tengo aggionata 🙂

  7. at |

    @serena: Effettivamente pure l’assaggio meritava del sushi. Per il pollo come sopra, provo e ti dico. 🙂

  8. at |

    @The master of Cook: grazie 🙂

  9. at |

    Carissima, ti ringrazio per “fighissima, magrissima e fashinissima”! E ora che abbiamo approfondito per benino la conoscenza, chi si lascia più??
    Un bacio

  10. at |

    Carina la serata al St.Regis, vero?
    ciao

    Enrico

  11. at |

    @Giulia: 🙂 impossibile per me perderti d’occhio 🙂

    @Enrico: solo carina?!? Fortuna che ei passato…che io il nome del blog tuo mica l’avevo capito 😛

Leave a Reply